Madonna di San Bonico. Dopo il richiamo del Vescovo, gli incontri proseguono

07 Giugno 2013


Il giorno dopo l’invito della diocesi di Piacenza-Bobbio a non partecipare agli incontri del giovedi sera a San Bonico, i fedeli si interrogano sulle parole del Vescovo. Gran parte delle persone che si radunano nel campo dove il veggente Celeste sostiene di vedere la Madonna, continuerà a raccogliersi in preghiera perché Celeste continuerà a recarsi nel luogo in cui la Madonna nella prima apparizione del luglio 2004 gli avrebbe detto di portare la gente a pregare.  La Madonna della Notte anche ieri sera, in occasione del 463esimo incontro, sarebbe apparsa a Celeste portando un messaggio. Ed è proprio il contenuto e il tono dei messaggi stessi a suscitare grandi perplessità nella commissione diocesana che dal 2009 si è occupata di studiare il caso ed ha emesso un verdetto. Quei messaggi, secondo i religiosi chiamati in causa, rischiano di compromettere la dottrina cristiana a causa di omissioni, carenze e del linguaggio che sarebbe poco in linea con la tradizione cristiana. A suscitare le più forti perplessità è l’ostia che sarebbe comparsa nelle mani del veggente in un incontro di quest’inverno e il successivo annuncio da parte di Celeste di una nuova futura apparizione dell’ostia.  Quella sera era presente anche parroco della diocesi di Parma che è stato invitato dal vescovo a non partecipare, lo stesso invito con delicatezza e prudenza è stato rivolto anche ai fedeli.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà