Statale 45, i sindaci chiedono una strada sicura. “Dov’è l’accordo del 2009?”

10 Giugno 2013

Statale 45 dissestata

“Il 30 maggio il presidente di Anas nazionale Pietro Ciucci era a Torriglia a pochissimi chilometri da Ottone ma Piacenza non è stata invitata e nessun rappresentante del nostro territorio si è presentato. Sì, certo, perché il progetto del 2009 di siglare un accordo tra Piacenza e Genova a Ottone è stato affossato, nonostante la Liguria abbia sempre accolto con favore i nostri inviti. Che fine ha fatto quella bozza di accordo?”.

Lo ha detto il sindaco di Ottone, Giovanni Piazza, ma la voce dei sindaci, oggi in Provincia alla presenza dell’onorevole Paola De Micheli del Pd e del consigliere regionale Stefano Cavalli della Lega Nord, è una sola: si deve agire sulla statale 45, si deve fare presto, non si possono perdere altre occasioni. L’ultima voragine di quattro metri aperta in località Curiasca, vicino a Marsaglia, è la dimostrazione del degrado in cui si trova l’arteria stradale che collega Piacenza al mare. Le condizioni della statale sono infatti peggiorate ancora dopo le piogge del fine settimana.

“Siamo tutti arrabbiati – ha detto l’onorevole De Micheli -. Ci sarà un decreto che dovrebbe vedere la luce a fine giugno, all’interno del quale sono previsti interventi per Anas. Teniamo monitorata la situazione e aggiorniamoci entro l’inizio dell’estate per vedere i possibili sviluppi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà