Qualificazione e miglioramento delle scuole dell’infanzia: assegnati oltre 200mila euro

11 Giugno 2013

La Giunta provinciale ha approvato nei giorni scorsi il “Piano di riparto delle risorse destinate agli interventi di qualificazione e miglioramento per le scuole dell’infanzia del sistema nazionale di istruzione per l’anno finanziario 2012″. Per gli interventi dell’anno finanziario 2012 è stata assegnata alla Provincia di Piacenza una somma pari a 237.867,29 euro e i fondi, come ha spiegato l’assessore al Sistema scolastico e della Formazione Andrea Paparo verranno destinati a specifici obiettivi.

“Si tratta – ha illustrato l’assessore Paparo – di risorse importanti per un segmento, quello delle scuole per l’infanzia, che necessita di un sostegno per il proseguimento di qualità dell’attività. Le risorse sono vincolate all’attuazione di interventi rivolti alla formazione integrale della personalità dei bimbi da 3 a 6 anni; si tratta di un impianto e una ripartizione di risorse rodati nel tempo e condivisi a beneficio di un sistema scolastico locale di qualità ”.

Scendendo nel dettaglio, oltre 56mila 700 euro saranno riservati ai progetti di qualificazione. In particolare i contributi sono stati assegnati a 16 progetti: “Tutoring alla scuola dell’infanzia” (capofila II Circolo – Piacenza), “Mani artiste, creatività e stili di vita – percorso laboratoriale con Pappa e Pero” (capofila III Circolo – Piacenza), “La magia della scienza” (capofila IV Circolo-Piacenza), “Musica Ritmo Linguaggi per essere diversamente uguali” (capofila V Circolo), “A scuola di Pittosauri! Dal segno all’ABC” (capofila VII Circolo), “Laboratori di teatro d’ombre” (VIII Circolo – Piacenza), “Europa: ieri e oggi per costruire il domani. Esperienze di cittadinanza attiva” (capofila Istituto Comprensivo di Bettola), “La vita si..cura” (Capofila istituto comprensivo di Bobbio), “Turista nel mio paese” (capofila istituto comprensivo di Lugagnano), “Variazioni sul tema di.. musilcal…mente” (capofila istituto comprensivo di Pianello), “1-2-3- Stella” (capofila istituto comprensivo di Rivergaro), “Un ponte verso la scuola” (capofila istituto comprensivo di San Nicolò), “Fare arte con il metodo Bruno Munari” (capofila istituto comprensivo di Cadeo), “Uguali ma diversi” (capofila istituto comprensivo di Carpaneto), “Il bambino che entrava nei libri” (capofila istituto comprensivo di Castellarquato), e, infine, “Ascolto i suoni, imparo la musica” (istituto comprensivo di Castelsangiovanni).

Oltre 160mila euro saranno invece indirizzati al miglioramento del contesto e della proposta educativa in generale delle scuole per l’infanzia private paritarie, così come previsto dagli indirizzi regionali. In particolare a beneficiare dei contributi saranno i progetti “Diffusione della compresenza del personale nei turni previsti al fine di garantire l’innalzamento della qualità derivante da un miglior rapporto numerico tra adulti e bambini” della Fism (Federazione italiana scuole materne) provinciale e “Compresenza del personale al fine di realizzare un progetto di continuità nido-materna attraverso laboratori di psicomotricità” della cooperativa sociale Casa Morgana.
Infine circa 21mila euro saranno destinati alla dotazione di coordinatori pedagogici con l’obiettivo di favorire la continuità educativa attraverso azioni di sostegno alle figure di coordinamento pedagogico (i destinatari sono aggregazioni di scuole per l’infanzia paritarie).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà