Emettitrici danneggiate, Seta modifica la vendita dei biglietti sui bus

13 Giugno 2013

Tutti i mezzi in servizio sulle linee urbane sono provvisti di macchinette, mentre sui mezzi suburbani la vendita a bordo è temporaneamente sospesa: i passeggeri potranno acquistare il biglietto dal conducente, ma con il sovrapprezzo previsto per il servizio extraurbano. E’ consigliabile munirsi di biglietto a terra nelle 230 rivendite autorizzate Seta presenti sul territorio provinciale. Si legge nella nota di Seta:  “A seguito del furto con scasso subito da Seta il 30 maggio scorso che ha reso inutilizzabili una consistente quantità delle emettitrici di biglietti presenti sui bus, si rende necessario modificare – in via temporanea – le modalità di vendita dei biglietti a bordo dei mezzi urbani e suburbani di Piacenza. Tali modifiche sono imposte dai tempi di riparazione delle emettitrici danneggiate, che sono infatti necessariamente prolungati ed impongono l’adozione di soluzioni alternative.

Ad oggi, Seta garantisce la presenza di emettitrici di bordo su tutti gli autobus utilizzati sulle linee urbane di Piacenza. Su alcuni autobus urbani, tuttavia, sono state installate emettitrici in precedenza predisposte per le linee suburbane: in questo caso, per l’emissione del biglietto occorre selezionare la prima tariffa (1,50 euro nei giorni feriali e 1,20 euro nei festivi), seguendo le istruzioni riportate negli avvisi esposti in vettura. Sugli autobus delle linee suburbane la vendita in vettura tramite emettitrice automatica è temporaneamente sospesa: i passeggeri possono acquistare il biglietto dal conducente, ma con il sovrapprezzo previsto per il servizio extraurbano. E’ quindi consigliabile acquistare il biglietto a terra prima di salire a bordo dei mezzi suburbani, per evitare costi aggiuntivi e ridurre i tempi di incarrozzamento a beneficio della regolarità delle corse. Ricordiamo che a Piacenza sono presenti ben 230 rivendite autorizzate (circa 100 in città e 130 in provincia), per cui non dovrebbero esserci particolari difficoltà nel reperire agevolmente i biglietti anche a terra. Seta si scusa per eventuali disagi, evidentemente non dipendenti dalla propria volontà, confidando sulla collaborazione da parte degli utenti piacentini per superare questa situazione temporanea”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà