I poliziotti arrestati portati in tribunale per l’incidente probatorio

13 Giugno 2013

Sono tornati a Piacenza per qualche minuto i sei poliziotti della questura arrestati nell’ambito dell’inchiesta che ha portato in carcere 13 persone, accusate a vario titolo di spaccio e favoreggiamento della prostituzione e della immigrazione clandestina.
Gli agenti sono stati trasportati al tribunale di Piacenza dalle case circondariali in cui sono tutt’ora detenuti per assistere all’incidente probatorio richiesto dal pubblico ministero Michela Versini, che ha chiamato sei persone a ribadire in aula di fronte al giudice e agli avvocati delle difese le dichiarazioni già rese.
A quanto pare, tutti coloro che sono stati ascoltati hanno confermato le accuse nei confronti dei poliziotti, alcuni dei quali però hanno scelto di non assistere in aula e sono stati riportati in carcere. Le difese degli indagati continuano a respingere gli addebiti per i loro assistiti.

L’incidente probatorio, che serve a cristallizzare le testimonianze in modo da non doverle più acquisire in futuro, è proseguito anche nel pomeriggio. Quanto raccolto potrà essere utilizzato come prova nell’ipotetico futuro processo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà