Resta sul treno che viene posteggiato, svizzero chiama il 113 per essere “liberato”

14 Giugno 2013

Si ritrova “prigioniero” di un treno parcheggiato in un binario morto e chiama il 113 per essere “liberato”. E’ la disavventura capitata a un bancario svizzero in viaggio per lavoro: avrebbe dovuto scendere a Piacenza per cambiare convoglio, ma complice forse una distrazione non si è accorto che il convoglio veniva nel frattempo posteggiato e chiuso, con il personale che se ne era andato. Appena accortosi della situazione, l’uomo ha chiamato la questura, che ha fatto intervenire la Polfer ed è stato ritrovato. Ma la sfortuna non è finta qui: al momento di ripartire, ha perso il treno che lo doveva riportare in Svizzera.

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà