SS45, risoluzione dei consiglieri regionali piacentini: “Subito gli stanziamenti”

17 Giugno 2013

“Subito gli stanziamenti promessi” per la Statale 45, “una priorità d’interventi” – che comprenda l’attuale sbarramento di Barberino – e garanzie sulla “pari dignità rispetto alla Liguria”. Sono le richieste contenute in una risoluzione congiunta dei consiglieri regionali piacentini Marco Carini (Pd), Stefano Cavalli (LN) e Andrea Pollastri (Pdl) per salvare la SS45, arteria gravemente compromessa a causa di frane, mancanza di interventi strutturali e deterioramento di anni.

“La situazione è di assoluta emergenza – dicono Carini, Cavalli e Pollastri -. Non solo le condizioni di sicurezza di parecchi tratti sono gravemente compromesse, ma Bobbio e tutta l’alta Valtrebbia rischiano di rimanere isolati per le forti criticità di Ponte Barberino, già oggetto di tre interventi, chiaramente inefficaci. L’unica strada secondaria è infatti franata ed è tuttora chiusa. Un’intera porzione di vallata rischia di rimanere inaccessibile. Le conseguenze per l’economia della Valtrebbia sarebbero disastrose”.

“Dopo il primo stanziamento di 3,3 milioni di euro – che non ha mancato di generare malcontento sulle priorità fissate – ora chiediamo che la Regione, nel suo ruolo di coordinamento degli enti locali, prema su Anas affinché sblocchi all’istante le due ulteriori tranche di finanziamento attese: 4,8 milioni tra Ponte Lenzino e Gorreto e altri 3,4 milioni da La Verza a Bobbio”. I consiglieri chiedono inoltre ad Anas di “fissare gli interventi sulla base delle priorità condivise dai sindaci”. “Non sia l’Azienda strade a imporre punti e tipologia di lavori, ma un tavolo partecipato dal territorio”. “Poiché la Statale 45 è fondamentale per la popolazione e l’economia della montagna invochiamo pari dignità rispetto alla Liguria, il cui tratto di strada beneficia di stanziamenti continui e di manutenzione costante. Il presidente Anas Pietro Ciucci, dopo la sua sosta a Torriglia, è ufficialmente invitato”. L’ultimo finanziamento annunciato per il versante genovese si aggirerebbe attorno ai 44 milioni di euro, di cui 10 milioni cantierati entro dicembre.

LA RISOLUZIONE CONGIUNTA

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà