Provincia

Operaio folgorato a Sarmato, indagini per chiarire la dinamica

18 giugno 2013

Proseguono le indagini della Polfer per far luce sul fatale incidente che ha tolto la vita a Dario Marioni. L’operaio 31enne di Bressana Bottarone, nel Pavese, dipendente di una ditta delle Ferrovie, ieri mattina stava lavorando ai cavi dell’alta tensione che scorrono sopra i binari al passaggio a livello di Sarmato, quando è rimasto folgorato da una scarica di 3.000 volt. Il giovane era su carrello elevatore e doveva iniziare l’intervento di manutenzione sulla linea: un suo collega ha detto di aver sentito un improvviso rumore e di aver poi visto il corpo di Marioni accasciato sul cestello che li aveva sollevati.

La prassi prevede che per questo tipo di attività la corrente elettrica venga ovviamente staccata e per poter avviare i lavori gli operai devono attendere l’arrivo di una comunicazione ufficiale da parte della più vicina stazione che confermi il distacco della alimentazione. La Polizia ferroviaria si sta occupando degli accertamenti del caso proprio per capire cosa sia andato storto, sono già state sentite diverse persone tra i compagni di lavoro della vittima e i tecnici delle Ferrovie. Una volta terminate le indagini la documentazione sarà inviata alla Procura della Repubblica, che per il momento avrebbe aperto un fascicolo contro ignoti.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val Tidone Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE