Nasce a Piacenza lo sportello amico per chi ha un familiare in coma

18 Giugno 2013

20130618-115007.jpg

Apre anche a Piacenza uno sportello dedicato a chi vive la difficile e drammatica esperienza di avere un parente in stato di coma. A promuoverlo la Uil assieme all’associazione “Gli amici di Eleonora”, che hanno raccolto la proposta del presidente dell’Ordine provinciale dei medici Augusto Pagani.
“Ho saputo di questo Punto-coma già presente in altre città, in particolare dal mio collega di Latina – spiega Pagani – e mi sono attivato per portarlo anche a Piacenza. Ritengo possa essere un riferimento essenziale per molte famiglie”.
Al numero telefonico 0523-338868 non risponderà più solo il patronato della Uil, ma anche questo particolare sportello: “Portiamo a Piacenza questa esperienza che sta ben funzionando in altre città – chiarisce il segretario provinciale del sindacato, Massimiliano Borotti – in particolare per aiutare le famiglie in tutte le pratiche che bisogna fare quando si deve convivere con una situazione così particolare e difficile, che purtroppo tocca da vicino anche molti piacentini, compreso il sottoscritto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà