Asp, i sindacati: “C’è malcontento, chiediamo un incontro con l’amministrazione”

24 Giugno 2013

 

“Serpeggia un clima di preoccupazione e voglia di cambiamento tra i lavoratori dell’Asp Città di Piacenza, l’ente che si occupa di buona parte dei servizi socio assistenziali e di disabilità nel Comune di Piacenza”. Lo comunicano le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl. Uil, dopo l’assemblea coi lavoratori e dopo l’incontro avuto con l’amministrazione. Infatti da poche settimane è stato presentato il consuntivo del 2012, chiuso con una passività di 1 milione e 60 mila euro, anziché 400 mila euro come preventivato, e le stime per i prossimi anni sono nere, si parla di passività nell’ordine crescente di più di 1 milione di euro. “Chiaro a tutti è l’impossibilità di andare avanti svendendo patrimonio pubblico per ripianare il bilancio, anche perché seppur “ente ricco”, prima o poi le risorse sono destinate a finire” scrivono Gaetano Bonetti di Fp Cgil, Alberto Canepari di Cisl-Fp e Ermanno Rizzi di Uil Pubblico impiego in una nota. Inoltre a tutt’ora non è chiara la scelta dell’azienda su come procedere nell’applicazione della normativa regionale d’accreditamento: quanto spazio lasciare al privato a quanto al pubblico; in tempi lontani si era parlato di concorsi per assumere personale. Le organizzazioni chiedono un incontro con l’amministrazione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà