Successo per la prima cena afghana piacentina; raccolti oltre mille euro

25 Giugno 2013

20130625-224927.jpg

La prima cena afghana in chiave piacentina è stata un successo e già si pensa ad una replica per settembre: oltre sessanta persone hanno banchettato alla cooperativa la Magnana con le pietanze preparate da tre giovani cuochi, membri del progetto Sprar del comune di Piacenza che ospita 13 rifugiati politici.
L’obiettivo dell’evento, promosso a scopo culturale e benefico è stato raggiunto: l’associazione Erodotos e lo Sprar hanno raccolto circa mille euro che serviranno a finanziare una borsa di studio universitaria al ragazzo più meritevole del gruppo. La borsa di studio sarà intitolata a Roberto Fano, fisico italiano fuggito negli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Gli organizzatori sperano che Fano possa essere l’ospite d’onore della cena autunnale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà