Assalto in villa a Tuna di Gazzola: condannato a 7 anni

26 Giugno 2013

Sette anni (di cui tre condonati per l’indulto) al giovane albanese accusato di avere preso parte all’assalto del dicembre 2004 alla villa Borgomasca di Tuna di Gazzola. La sentenza è stata pronunciata dal collegio giudicante presieduto da Italo Ghitti (giudici a latere Maurizio Boselli ed Elena Stoppini). Il pubblico ministero Antonio Colonna, a conclusione della sua requisitoria aveva chiesto la condanna a cinque anni e quattro mesi. L’avvocato Franco Livera l’assoluzione in quanto non sarebbe stato provato che l’imputato fosse presente a Tuna proprio la sera dell’assalto.
Ricordiamo che per l’accusa a provare la presenza sul posto del giovane albanese c’era un mozzicone di sigaretta “Marlboro” scoperto nei pressi della recinzione della villa; mozzicone sul quale sono state trovate tracce del Dna dello straniero.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà