Il sagrato del Duomo come un campo da calcetto, “gol” nel portone centrale

27 Giugno 2013

I ragazzini che giocano a pallone sul sagrato del Duomo (immagine Telelibertà)

Da tempo i ragazzi piacentini lamentano la mancanza di strutture sportive, soprattutto in centro storico. Ma tre adolescenti oggi hanno deciso di rimediare a modo loro e forse hanno esagerato, trasformando il sagrato del Duomo in un campo da calcetto ed eleggendo il portone centrale della Cattedrale come porta in cui fare gol. Due ragazzi, incuranti anche delle auto e delle biciclette di passaggio, si scambiavano la palla ai piedi dei gradini, quando arrivava il momento propizio tiravano verso la chiesa, cercando di trafiggere il portiere. Il tutto sotto gli occhi di una coetanea sdraiata sugli scalini. Una scena durata per molti minuti che ha incuriosito i passanti.

Chissà che presto non possa spuntare un nuovo cartello come quello messo più volte da monsignor Anselmo Galvani, il quale invitava a non consumare gelati e bibite sul sagrato del Duomo, spesso lasciato poi pieno di sporcizia.

Il cartello di divieto dello scorso anno

© Copyright 2021 Editoriale Libertà