Incidente mortale in via Colombo, condanna a un anno e risarcimento

27 Giugno 2013


Condanna a un anno e due anni di sospensione della patente oltre a un primo risarcimento di 70mila euro. E’ la conclusione del processo all’automobilista accusato di omicidio colposo per la morte di una pensionata piacentina di 82 anni deceduta nell’agosto del 2012, venti giorni dopo l’incidente stradale in cui era rimasta coinvolta in via Colombo, appena ristrutturata. Il processo è stato celebrato ieri mattina con il rito abbreviato davanti al giudice per l’udienza preliminare Giuseppe Bersani. Pubblico ministero era Antonio Colonna. L’imputato è difeso dall’avvocato Guido Gulieri. I familiari dell’anziana, in tutto 14 persone, si sono costituiti parte civile con l’avvocato Mauro Pontini. Il difensore nel corso dell’arringa ha fatto presente come, a suo parere e di quello di consulenti di parte, per quanto accaduto avrebbe potuto essere considerato un concorso di colpa. Per il pm nel corso degli accertamenti era stata provata la responsabilità dell’imputato. Per questo il dottor Colonna ha chiesto la condanna a un anno. Nell’incidente la donna aveva subito fratture costali multiple, fratture dorsali e vertebrali e la fratture dello sterno. Purtroppo le sue condizioni si erano aggravate sensibilmente ed era stata trasferita nel reparto di terapia intensiva dove era deceduta.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà