Via Campagna, tabaccaio disarma il rapinatore e lo fa scappare

27 Giugno 2013

Affronta il rapinatore che brandisce un coltello con una lama pare di una trentina di centimetri, lo disarma con un pugno e lo costringe alla fuga. Protagonista dell’episodio un tabaccaio di via Campagna, Filippo Milani, che si è visto puntare contro l’arma e chiedere l’incasso della giornata da un italiano sulla quarantina. La reazione dell’uomo è stata però pronta: ha dato un pugno sulla mano del rapinatore facendo cadere a terra il coltello, tra i due è nata una colluttazione che è finita con la fuga del malvivente, che è salito a bordo di una bicicletta e ha fatto perdere le proprie tracce. Sul fatto indaga la polizia.
“La mia è stata una reazione istintiva – commenta Milani – non ho neppure notato che il coltello era così grande, ho pensato solo a difendermi. Non ho avuto paura, forse non ne ho avuto tempo. Ho ben impressa la faccia del rapinatore, potrei riconoscerlo in qualsiasi momento”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà