Calendasco, raid di un branco di cinghiali: mais distrutto

02 Luglio 2013

20130702-075231.jpg

I cinghiali tornano a far danni: a farne le spese è stato un intero campo a Calendasco, in località Foce Trebbia, dove un branco ha fatto piazza pulita del mais appena piantato.
Almeno una trentina di animali ha agito probabilmente nella notte, devastando un campo di 75 pertiche, per poi proseguire l’opera distruttiva in parte anche nei campi vicini lungo il Po e il Trebbia. La scoperta è stata fatta solo domenica mattina. “Non c’è più niente da fare, il campo è rovinato per più della metà e andrà seminato nuovamente”, ha spiegato su Libertà in edicola il proprietario Tonino Buzzini assieme al confinante Gianni Zaffignani e all’amico cacciatore Marco Arbasi. “È un peccato perché dopo il maltempo questo mais, anche se tardivo, era nato benissimo. Semineremo di nuovo ma con il rischio che i cinghiali ritornino. E purtroppo è solo l’inizio: immaginiamo cosa faranno quando ci saranno le pannocchie da mangiare”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà