Rivergaro perde visitatori, il grido d’allarme dei commercianti

06 Luglio 2013

Tavolini deserti in piazza a Rivergaro

Dieci anni fa sembrava di essere in piazza a Rimini, oggi in una piccola frazione. I commercianti di Rivergaro commentano desolati il calo considerevole dei frequentatori estivi della località della Valtrebbia. Quest’anno, a mettersi contro agli affari, anche il tempo: le piogge e le temperature inferiori alla media stagionale hanno fatto desistere chi era solito trovare un po’ di refrigerio nel bel salotto estivo piacentino.

Interpellato al riguardo il sindaco Pietro Martini ha puntato il dito soprattutto sulla crisi: “Anche all’isola d’Elba non c’è più il turismo di un tempo” ha commentato. Quanto alla piazza, Martini ha detto che si è preferito portare alcune iniziative in riva al Trebbia a fronte delle lamentele piovute dai residenti, che, negli anni d’oro del paese, non sopportavano schiamazzi e rumori anche a notte fonda. “Quest’estate torneremo a fare qualcosa in piazza” ha annunciato il primo cittadino. “Risulta sempre più difficile proporre eventi – ha poi precisato – a causa della scarsità di risorse con cui dobbiamo operare. Per venire incontro ai commercianti – ha concluso – abbiamo esentato dal pagamento della Tares le aree scoperte, vale a dire i tavolini all’aperto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà