Ruppe un vaso in testa all’ex. Lui ritira la querela, assolta

06 Luglio 2013

20130705-201933.jpg

Assolta per ritiro della querela la donna accusata di aver spaccato un vaso in testa all’ex fidanzato. Davanti al giudice è stata ritirata non solo la querela per lesioni sporta dall’uomo ma anche altre querele sporte dalla donna e dall’uomo per ingiurie e minacce.
Imputata del processo era una donna piacentina di 35 anni, la vittima l’ex fidanzato piacentino di 43 anni. Alla fine grazie ad un lavoro di mediazione fra giudici, magistrati, avvocati difensori si è arrivato al ritiro della querela di questo processo ed altre querele i cui procedimenti erano in corso. Il processo per lesioni si è concluso così l’altro giorno al termine di un confronto fra i due ex fidanzati. Un confronto che peraltro non ha portato a nulla di nuovo. La donna ha continuato a sostenere che il vaso l’ex fidanzato se l’era rotto in testa da solo, e lui invece ha sostenuto di essere stato vittima di una “brutta sorpresa”. Il processo si è tenuto davanti al giudice Elena Stoppini. Pubblico ministero era Giulio Massara. Gli avvocati difensori erano per la donna Emanuele Solari e per l’uomo Stefano Sarchi.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà