Servizi innovativi, Piacenza ottava in Italia tra le città intelligenti

08 Luglio 2013

Piacenza vista dall’alto

Innovazione, Piacenza grazie alla sanità elettronica, l’efficienza energetica e i servizi pubblici on line si piazza all’ottavo posto nazionale tra le smart cities, ovvero tra “città intelligenti”. Al primo posto c’è Bologna con 100 punti, seguita da Milano e Roma. Poi Reggio Emilia, unica realtà di medie dimensioni a superare la nostra, che raggiunge quota 85,8.
La graduatoria è stata stilata dalla Between, società che da 10 anni effettua un monitoraggio sistematico della diffusione dell’Ict, dalla banda larga alle piattaforme di servizi digitali.
Sono 9 gli indicatori seguiti per compilare la classifica e i relativi punteggi, Piacenza primeggia innanzitutto per quanto concerne la smart healt, ossia la sanità elettronica: prenotazione e pagamento del ticket e ritiro dei referti via web, scelta del medico di medicina generale via web e diffusione del Fascicolo sanitario elettronico.
Molto bene anche per quanto riguarda l’efficienza energetica, vale a dire il consumo di gas ed energia elettrica, le politiche locali per l’illuminazione pubblica, le tecnologie installate e i sistemi di regolazione.
Posizione numero 14, invece, per lo smart government: servizi anagrafici (richiesta certifi¬cati e cambio di residenza) e servizi per le scuole comunali on line, pagamento on-line dei tributi locali e dei servizi per la scuola, progetti e portali open data e dataset pubblicati.

IL COMMENTO DEL SINDACO DOSI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà