Automobilista inseguita e aggredita dopo un diverbio a un incrocio

10 Luglio 2013

Immagine dell’aggressione ripresa dalle telecamere di via Giarelli

Inseguita, minacciata e insultata da un altro automobilista per un diverbio. Vittima dell’episodio una piacentina di 33 anni, che ha sporto denuncia in Questura allegando le immagini delle telecamere di sicurezza del palazzo dove lavora, attraverso le quali la polizia sta indagando per individuare e denunciare l’aggressore.

Il fatto è partito in via Alberoni, dove la giovane ha avuto un piccolo diverbio con un uomo alla guida di un’altra vettura: la donna si era fermata per far passare un pedone, lo sconosciuto ha suonato il clacson e l’ha insultata. “Mentre ripartivo gli ho risposto – ha raccontato a Libertà la ragazza – e lui con una sgommata ed una manovra repentina si è messo ad inseguirmi finché non mi ha bloccata all’imbocco di via Giarelli, proprio davanti all’ufficio in cui lavoro. Ero terrorizzata, mi sono chiusa dentro e lui, rivolgendomi insulti volgarissimi, ha tentato di aprire le portiere, poi, dato che non riusciva, ha sferrato un pugno violentissimo alla carrozzeria della mia auto danneggiandola. Poi è ripartito a folle velocità, purtroppo non sono riuscita a prendere il numero di targa”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà