Piacenza

La famiglia di Marsela si attiva per riportare la salma in Albania

13 luglio 2013

La ragazza travolta e uccisa

La famiglia di Marsela Gega si sta muovendo per portare in Albania il corpo della ragazza di soli 19 anni travolta e uccisa da una moto l’altra notte lungo via Caorsana. Un avvocato albanese si è messo in contatto con le forze dell’ordine piacentine, spiegando di essere stato incaricato dalla famiglia di venire nella nostra città per il riconoscimento del cadavere e per espletare le pratiche per il rimpatrio della salma della sfortunata giovane. Era atteso a Piacenza oggi, ma non si è visto, possibile che arrivi nei prossimi giorni.

NOTIZIA DELLE 7: NESSUNO SI E’ ANCORA PRESENTATO PER IL RICONOSCIMENTO DI MARSELA – Nessuno si è presentato per il riconoscimento ufficiale di Marsela Gega. L’atto formale era previsto per ieri mattina alla camera mortuaria dell’ospedale. Avrebbero dovuto presentarsi una cugina della ragazza albanese travolta da una motocicletta guidata da un piacentino ubriaco sulla Caorsana nella notte fra martedì e mercoledì e un’amica della giovane, purtroppo perita in seguito alle gravissime ferite riportate nell’incidente. I carabinieri del Radiomobile si sono messi in contatto con l’ambasciata albanese per cercare di rintracciare i parenti di Marsela nel Paese di origine. Intanto alcune amiche di Marsela stanno predisponendo una colletta per pagare il funerale e il ritorno del corpo in Albania.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE