S.Franca, baby gang all’opera. Don Maurizio mette in fuga i ladri

14 Luglio 2013

20130714-123713.jpg

Questa volta non si sono limitati al bivacco di fronte alla Chiesa, condito da imprecazioni e qualche spinello. La notte appena trascorsa, alla Parrocchia di S.Franca ha fatto registrare un ulteriore “salto di qualità” da parte del gruppo di giovani che stazionano, ormai da mesi, sul sagrato. Alcuni ragazzi infatti, si sono introdotti all’interno della sede del locale circolo Anspi forzando il portone d’ingresso. Dopo aver sottratto un computer portatile, si sono diretti verso i locali della canonica: a questo punto, i rumori hanno svegliato il parroco, don Maurizio Noberini che ha messo in fuga i vandali, circa una decina:”Hanno sottratto anche uno stereo ed un telefono cellulare – ha detto il prete -: se non avessi colto il trambusto, sono sicuro che avrebbero bivaccato per tutta la notte qui. Si tratta del solito gruppetto di giovani dai quali ormai ci sentiamo perseguitati”. Quello di don Maurizio è un vero e proprio grido di dolore, un appello affinché si trovi soluzione ad una situazione divenuta insostenibile:”Da mesi cerchiamo di parlare loro, di convincerli a tenere un comportamento più consono. Tutto inutile. Oltre ad essere presi a male parole ad ogni tentativo, il risultato è sempre lo stesso: menefreghismo e maleducazione”. Il parroco ci parla di ripetuti vandalismi (“hanno danneggiato anche alcuni mezzi parcheggiati di fronte alla Chiesa”), di notevoli quantità di rifiuti lasciati sulla scalinata dai ragazzi che sono soliti ritrovarsi “dalle prime ore del pomeriggio, fino a notte inoltrata”. Don Maurizio ha sporto denuncia alla Polizia, ma rivolge un appello a tutte le istituzioni:”Ci troviamo in una situazione divenuta insostenibile. Chiediamo al Sindaco e a tutte le forze dell’ordine, un aiuto: le nostra ricerca di dialogo, fino a questo punto, non è servita. Anzi, le cose stanno peggiorando”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà