Omaggio a Verdi a Roncole di Busseto con l’orchestra giovanile “Cherubini”

18 Luglio 2013

Roncole di Busseto, la casa natale di Giuseppe Verdi

Piacenza rende omaggio a Giuseppe Verdi attraverso due delle sue eccellenze musicali: l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini” e il Coro del Teatro Municipale saranno infatti i protagonisti degli “Echi notturni di incanti verdiani” in programma sabato 20 luglio a Roncole di Busseto, proprio davanti alla casa natale del compositore, alle 21.30.

Il concerto-spettacolo, che è diretto da Cristina Mazzavillani Muti per il Ravenna Festival, vedrà le due formazioni musicali rendere omaggio al “Cigno di Busseto” attraverso un programma ricco e particolarmente suggestivo: a dirigere l’Orchestra “Cherubini” sarà il maestro Nicola Paszkowski, mentre a guidare il Coro del Municipale sarà il maestro Corrado Casati.

L’evento del 20 è di quelli da non perdere dato che gli spettatori vedranno rivivere Violetta e Leonora, Gilda e il Conte di Luna, Rigoletto e Sparafucile in un’autentica dimensione di sogno: per l’occasione infatti l’Orchestra e il Coro saranno chiamati a interpretare alcune tra le pagine più note di Macbeth, Il Trovatore, La traviata, Rigoletto e Nabucco insieme al cast di talentuosi solisti che comprende i soprani Rosa Feola, Anna Kasyan e Irina Dubrovskaya, il tenore Antonio Corianò, il mezzosoprano Isabel de Paoli, i baritoni Francesco Landolfi e Alessandro Luongo e il basso Andrej Zemskov.

Questi interpreti già erano stati ampiamente apprezzati durante la “Trilogia Popolare” diretta da Mazzavillani Muti e andata in scena lo scorso aprile al Teatro Municipale nell’ambito della stagione lirica; altrettanto i piacentini avevano avuto modo di apprezzare i costumi di Alessandro Lai che caratterizzeranno anche il concerto del 20 luglio, mentre le luci saranno firmate da un poeta dell’illuminotecnica come Vincent Longuemare.

La serata, per il quale sono attive già le prevendite (per info si rimanda ai seguenti contatti: www.bussetolive.com o tel. 0524 91753; www.ravennafestival.org o tel. 0544 249244), è realizzata in collaborazione con Raiuno che la trasmetterà giovedì 22 agosto in seconda serata. Ad andare in scena per l’occasione sarà una visione onirica del mondo verdiano, che nasce dall’oscurità del pianto del popolo oppresso per chiudersi con il canto di speranza di un altro popolo, quello ebraico del “Va pensiero”, in un percorso lungo il quale i personaggi verdiani si intrecceranno tra loro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà