Ragazzino vittima di bullismo, perseguitato da due coetanei. Arrestati

19 Luglio 2013

Minacce e intimidazioni verbali continue. Era il sistema con cui veniva costretto a consegnare piccoli importi di denaro un 17enne piacentino, perseguitato per mesi da un albanese di 17 anni e da un marocchino di 16, entrambi residenti a Piacenza, con precedenti. Un caso di bullismo a cui hanno messo fine la vittima e i carabinieri: esasperato e impaurito, il ragazzo, accompagnato dal padre, si è presentato in caserma. Gli incontri “casuali” con gli aggressori si stavano facendo sempre più frequenti e in ogni occasione gli venivano prelevati dai 5 ai 10 euro. In totale il 17enne ha dovuto privarsi di 200 euro. Il tribunale dei minori di Bologna ha emesso nei confronti dei due minorenni un’ordinanza di custodia cautelare e concesso gli arresti domiciliari, i due devono rispondere di estorsione in concorso e furto aggravato. Non si esclude che possano aver minacciato e derubato anche altri coetanei. I carabinieri si appellano alle eventuali vittime invitandole a rivolgersi alle forze dell’ordine senza esitazioni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà