Facoltà di Agraria, corso di Analisi della Biodiversità delle specie zootecniche a Vienna

25 Luglio 2013

il professor Paolo Ajmone Marsan

Il prof. Paolo Ajmone Marsan, Direttore dell’Istituto di Zootecnica della Facoltà di Agraria della Cattolica di Piacenza, da anni collabora con le Nazioni Unite per progetti di ricerca e corsi su biodiversità e conservazione delle risorse genetiche zootecniche e proprio per le sue competenze riconosciute a livello internazionale, è stato chiamato a Vienna per tenere un corso sull’Analisi della Biodiversità delle specie zootecniche utilizzando marcatori del Dna.

Organizzato dall’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica Iaea e della FAOììao, il corso, rivolto a ricercatori provenienti dall’area Medio-Oriente, ha avuto come docenti nomi illustri nel campo della ricerca internazionale: il prof. Ajmone ha illustrato le opportunità offerte dalle nuove tecnologie di analisi del genoma nel settore zootecnico. In particolare ha descritto i metodi per la caratterizzazione e la gestione delle risorse genetiche zootecniche con marcatori del Dna, ai fini della conservazione sostenibile delle razze in pericolo di estinzione e del miglioramento dell’efficienza delle produzioni.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Iaea – International Atomic Energy Agency) è un’agenzia autonoma fondata il 29 luglio 1957, con lo scopo di promuovere l’utilizzo pacifico dell’energia nucleare e di impedirne l’utilizzo per scopi militari. Per il suo impegno l’agenzia ha ricevuto il Premio Nobel per la pace nel 2005, insieme al suo direttore Mohamed ElBaradei. L’Iaea è autorizzata a incoraggiare e assistere la ricerca, lo sviluppo e la pratica applicazione dell’energia atomica a scopi pacifici in tutto il mondo ed a favorire lo scambio di informazioni scientifiche e tecniche così come lo scambio di scienziati.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà