Acqua pubblica, Piacenza la meno cara della Regione. Sotto la media nazionale

07 Agosto 2013

Se il servizio idrico è particolarmente costoso per le famiglie dell’Emilia-Romagna, non è così per gli abitanti di Piacenza. Nella nostra città, infatti, la spesa media è la più bassa della Regione, pari a 296 euro annui contro i 338 euro regionali e contro i 310 euro della media nazionale.

È quanto emerge da una indagine dell’Osservatorio Prezzi & Tariffe di Cittadinanzattiva sui costi del servizio idrico. Nel 2007  la spesa media in Regione era pari a 284 euro l’anno; 369 euro del 2011.

Guardando ai capoluoghi di provincia, Reggio Emilia è quella che mostra la spesa media più elevati, pari a 442 euro, seguita da Ravenna (439), Forlì (431), Cesena (427,5), Ferrara (424), Parma (403), Rimini (365), Modena (332), Bologna (324) e – appunto – Piacenza (296).

I dati esaminati sono riferiti ad una famiglia tipo di tre persone, con un consumo annuo di 192 metri cubi di acqua, e sono comprensivi di Iva al 10%. A livello nazionale in un anno una famiglia sostiene in media una spesa di 310 euro per il servizio idrico integrato. La regione più costosa è la Toscana con una media di 470 euro; la più economica è il Molise con una media di 138 euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà