Forte vento in provincia, ma l’afa resta. Bisi: “Scarsi raccolti di uva in Valtidone”

08 Agosto 2013

Raffiche di vento improvvise hanno colpito questo pomeriggio la provincia piacentina: rami caduti a Rivergaro e a Fiorenzuola hanno richiesto l’intervento dei Vigili del fuoco. Per evitare che i temporali previsti nei prossimi giorni possano causare pericoli per i cittadini, il sindaco di Rivergaro, Pietro Martini, ha dato il via a una campagna di abbattimento delle piante considerate pericolanti. Ma al di là di vento e qualche goccia di pioggia, il caldo soffocante, causa di alcuni malori negli ultimi giorni, resta. «Stiamo resistendo all’afa grazie al rilascio dalla diga del Brugneto ma da lunedì, quando verrà chiuso l’emungimento dal Trebbia, sarà un vero e proprio disastro – commenta Luigi Bisi, presidente di Coldiretti Piacenza -. Un temporale sarebbe risolutivo, anche se, iniziata la raccolta, non possiamo permetterci eccessi di maltempo o, peggio, grandine. Per quanto riguarda le viti, infatti, il danno causato dal maltempo è stato decisamente pesante. In alcune zone della Valtidone, non si potrà nemmeno parlare di raccolto».

© Copyright 2021 Editoriale Libertà