A settembre la scadenza degli assegni formativi. Paparo: scopo è rilanciare la competitività

09 Agosto 2013

Andrea Paparo

L’assessorato alla Formazione e alle Politiche del lavoro della Provincia di Piacenza ha emanato il nuovo avviso che consente l’accesso dei lavoratori, anche in cassa integrazione ordinaria e straordinaria non a zero ore, ai percorsi formativi per sostenere e favorire la formazione lungo tutto l’arco della vita in un’ottica di aggiornamento costante e per mantenere l’occupabilità e l’adattabilità.
Si sono già aperti i termini dell’invito rivolto alle persone occupate – presso imprese private sia a tempo indeterminato che a tempo determinato anche a tempo parziale aventi sede in regione Emilia-Romagna – per la richiesta di attribuzione di assegni formativi individuali (voucher) nell’ambito del catalogo provinciale dell’offerta formativa a qualifica, finanziati mediante l’utilizzo di risorse della legge 53/2000, che dà appunto l’opportunità ai lavoratori di richiedere l’assegno formativo “voucher” e frequentare un percorso che potrà essere, a seconda delle esigenze e dei bisogni formativi, compreso tra un minimo di 50 e un massimo di 99 ore. Le risorse a disposizione ammontano a 112.634,83 euro.

“Il sostegno alla permanenza nel mercato del lavoro delle persone occupate e il potenziamento dell’investimento sulle competenze dei lavoratori – ha sottolineato l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro Andrea Paparo – sono tra gli obiettivi primari in un momento così delicato per il mondo del lavoro. Lo scopo è rilanciare la competitività dell’intero sistema mediante una serie di interventi prioritari quali la formazione continua e i voucher al fine di mantenere alta la professionalità dei lavoratori”.
La scadenza per la presentazione delle adesioni è fissata per martedì 10 settembre 2013. Per poter effettuare la preiscrizione è necessario presentarsi agli uffici della Provincia di Piacenza, in via Mazzini 62 (secondo piano) in tempo utile per il rispetto della scadenza delle ore 12.00 del 10 settembre 2013, stabilita per la formalizzazione dell’iscrizione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà