Piacenza

Rapinò filiale della Banca di Piacenza, arrestato in Romania

22 agosto 2013

Nel marzo 2007 aveva rapinato una filiale della Banca di Piacenza della città: era entrato negli uffici fingendosi un cliente e con l’aiuto di un complice, posto a controllo delle vie d’uscita, aveva minacciato i dipendenti con un cutter e si era fatto consegnare circa 16.000 euro in contanti ; la fuga di L.F., quarantenne pluripregiudicato, originario di Biella, è finita pochi giorni fa grazie alle indagini del nucleo investigativo dei carabinieri di Piacenza che hanno scovato il colpevole, nascosto da anni in Romania.

La caccia all’uomo era scattata subito dopo il furto: attraverso le intercettazioni telefoniche e il monitoraggio delle conoscenze dell’uomo i militari sono riusciti a mettersi sulle tracce del rapinatore: “Ci troviamo di fronte a un professionista, un rapinatore seriale – ha spiegato ai microfoni di Telelibertà Massimo Barbaglia, comandante del nucleo investigativo dei carabinieri di Piacenza -; nei confronti del quarantenne era già stata disposta una misura cautelare a Casale Monferrato e tre condanne definitive emesse dalla Procura di Torino e dalla Procura di Firenze sempre per rapina: complessivamente deve scontare vent’anni di carcere”.

L’operazione è stata condotta in collaborazione con le forze dell’ordine romene: il rapinatore attualmente si trova nel carcere a Timishoara, in attesa della convalida del mandato di arresto europeo e dell’estradizione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE