Abbonamenti dei bus impossibili da comprare, genitori sul piede di guerra

26 Agosto 2013

Lo scorso anno i genitori erano arrivati a minacciare di chiamare i carabinieri in piazza Cittadella dopo quattro ore di attesa per fare un abbonamento studenti. Quest’anno la storia rischia di ripetersi, a causa dell’ormai nota revisione delle tariffe, sui banchi dell’amministrazione provinciale da settimane. Sulla partita, la Provincia sembra ancora alla ricerca dei fondi perduti per calmierare i rincari dettati dalla legge regionale del 2011. Ma nel frattempo i genitori che si sono presentati anche oggi agli sportelli di piazza Cittadella si sono sentiti rispondere picche dagli operatori, a distanza di pochi giorni dalla riapertura delle scuole.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà