Piacenza

Virus del Nilo confermato anche a Piacenza. I consigli per difendersi

26 agosto 2013

L’azienda sanitaria ha confermato che anche in provincia di Piacenza è stato isolato il virus West Nile in uccelli selvatici e zanzare, ma nessun caso umano è stato segnalato.
La trasmissione dell’infezione alle altre specie sensibili (uomo, cavallo, uccelli) avviene tramite insetti vettori, rappresentati dalle zanzare del genere Culex, la zanzara comune, mentre la zanzara tigre, responsabile della trasmissione di malattie esotiche come Chickungunya e Dengue, non ha nessun ruolo nella trasmissione di questa malattia.

Le zone della Provincia più a rischio sono quelle dove è maggiore la densità di zanzare Culex e maggiore il passaggio di uccelli migratori, quindi tutta l’area a nord della via Emilia e lungo il corso del Po.

L’azienda Usl ha già invitato tutti i sindaci dei Comuni a intensificare i controlli già attivati con i piani di lotta alle zanzare e ricorda come sia fondamentale che tutti i cittadini effettuino la prevenzione e la lotta nelle aree private, avendo cura di eliminare tutte le possibili raccolte d’acqua e, nel caso non siano eliminabili, trattandole con gli appositi larvicidi.
Grazie alla collaborazione di Ferderfarma, i larvicidi vengono venduti nelle Farmacie che aderiscono alla convenzione, a prezzo di costo (3,50 euro la confezione).

L’Asl ha anche fornito i consigli utili da seguire per evitare possibili problemi con le punture delle zanzare:

VIRUS DEL NILO, I CONSIGLI DELL’ASL

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE