Omicidio via Colombo, funerale in Albania per Sadik Hajderi

07 Settembre 2013

Sadik Hajderi, la vittima

Mentre gli investigatori continuano a dare la caccia ai complici che avrebbero accompagnato i due fratelli arrestati con l’accusa di aver freddato a colpi di pistola Sadik Hajderi al bar Baraonda, in Albania si sono svolti i funerali del 39enne ucciso domenica scorsa di fronte a diversi cittadini increduli e spaventati. La salma è stata riportata in patria dalla famiglia di Sadik e ieri è arrivato l’ultimo saluto.

Il più giovane dei due fratelli arrestati dalla polizia a poche ore dall’omicidio ieri ha confessato di aver sparato al 39enne albanese Sadik Hajderi per ragioni personali e di averlo colpito senza l’intenzione di ucciderlo. L’altro fratello in manette di 30 anni,  si è invece avvalso della facoltà di non rispondere. In base alla ricostruzione fatta dagli inquirenti, domenica sera sul luogo del delitto è arrivata prima una Golf nera con a bordo il 30enne arrestato e un complice, poi la Punto grigia (recuperata dai carabinieri in via Borghetto) con a bordo il killer e un altro complice.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà