Punzonatura delle biciclette, da oggi il via al servizio di identificazione

07 Settembre 2013

Parte oggi il nuovo servizio di marcatura delle biciclette che consente l’identificazione permanente dei mezzi, favorendone il ritrovamento in caso di furto e agendo, in tal modo, come possibile deterrente al fenomeno.
Ogni sabato mattina dalle 10 alle 12, presso il deposito situato tra i binari della stazione ferroviaria e la galleria commerciale Borgo Faxhall, presentandosi muniti della propria bici e di un documento di identità valido si potrà ottenere la punzonatura del telaio – ovvero, l’incisione del proprio codice fiscale – e la conseguente applicazione di un adesivo che segnala la registrazione antifurto.Il servizio, gestito dalla cooperativa sociale L’Orto Botanico, costa 3 euro.

Ogni proprietario di bicicletta marcata riceverà un badge che riporta il suo nome e i dati del proprio veicolo a due ruote, da consegnare ad amici, familiari e conoscenti qualora si presti loro la bicicletta, per evitare problemi in caso di controlli. Anche l’eventuale vendita o cessione della bicicletta già identificata – con relativa attestazione di marcatura – dev’essere comunicata alla cooperativa.

Non è possibile effettuare la punzonatura sulle bici con telaio in carbonio – che ne verrebbe irrimediabilmente danneggiato – così come sui mezzi la cui vernice è molto vecchia o in cattive condizioni. In ogni caso, non bisogna mai rimuovere l’etichetta trasparente apposta a completamento della marcatura. In caso di furto, occorre seguire le normali procedure di denuncia alla pubblica autorità, segnalando tra le caratteristiche della bici anche la marcatura con il codice fiscale. Se la bicicletta rubata viene ritrovata e portata alla Polizia Municipale o all’Ufficio oggetti smarriti del Comune, il proprietario potrà essere contattato direttamente per il recupero e la restituzione del mezzo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà