Via Santa Franca, i residenti: “Giardini degradati e insicuri”

11 Settembre 2013

Decine di tappi di bottiglie di birra, lattine, fazzoletti, mozziconi di sigarette e altro ancora: è il corredo che adorna lo spazio verde pubblico di via Santa Franca, in pieno centro cittadino, ormai “disertato” da famiglie e anziani che non lo ritengono un luogo adatto e sicuro, dove trascorrere il pomeriggio. Alcuni residenti della zona lamentano la presenza di tossicodipendenti e di compagnie di ragazzi che regolarmente si danno appuntamento al giardino per bere alcolici e poi abbandonare vetro e resti di altro genere in mezzo all’erba e accanto alle panchine. Il cancello dell’area verde di via S. Franca in estate viene chiuso alle 22 ma qualcuno ha trovato il modo di introdursi anche di notte, aprendo un varco nella recinzione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà