Il sindaco Dosi a Sant’Eufemia d’Aspromonte, per festeggiare la santa martire

13 Settembre 2013

Il sindaco Paolo Dosi sorregge la statua della santa in occasione del gemellaggio del giugno 2012 con S.Eufemia d’Aspromonte

Anche il sindaco Paolo Dosi sarà presente ai festeggiamenti religiosi e civili in onore di Sant’Eufemia, in programma nel fine settimana presso il Comune di Sant’Eufemia d’Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria. Questa iniziativa prese il via alcuni anni fa, quando alla guida della città era il sindaco Roberto Reggi, e d’intesa con la parrocchia di Sant’Eufemia e del suo parroco monsignor Pietro Casella, oltre che con il Comune calabrese, ogni anno il primo cittadino o un suo delegato, insieme a monsignor Casella e quest’anno anche al presidente di Confcooperative Mario Spezia, si reca a questa tre giorni di preghiere e di festa in onore della santa.
Nel pomeriggio di domenica 15, dopo l’accoglienza del parroco don Elia Longo nella chiesa dedicata alla santa martire di Calcedonia e l’offerta del cero votivo da parte delle autorità presenti, a partire dalle 18 avrà inizio la conferenza “Praedica verbum”, incentrata sui valori, proclamati ma soprattutto praticati, a fondamento di un reale percorso di comunione e legalità. Diversi gli amministratori che porteranno il loro saluto: a quello del nostro primo cittadino, seguiranno gli interventi del presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa e di Mario Caligiuri, assessore alla Cultura della Regione Calabria.
Nella mattinata di lunedì 16, alle 11, verrà celebrata la messa solenne in presenza delle autorità, mentre nel pomeriggio si terrà la processione per le vie cittadine. In serata gran finale con “Entrata”, spettacolo di fuochi pirotecnici e ancora musiche ed esibizioni in onore di Sant’Eufemia, che morì martire a soli 15 anni il 16 settembre 303 durante la persecuzione di Diocleziano e il cui culto nacque dopo il concilio di Calcedonia, tenutosi nel 451-452, e da lì si estese gradualmente a tutta la cattolicità.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà