Festa Granda: l’orgoglio alpino sfila a Podenzano. Tutte le foto

15 Settembre 2013

L’alzabandiera in piazza dei Caduti ha dato il via alla giornata conclusiva della Festa Granda degli alpini. Diverse migliaia le penne nere presenti nel paese della Valnure. Immancabile Luigi Tassi, 98 anni, reduce di Russia: “Ringrazio il Signore di essere qui in mezzo a questa allegria”; il maresciallo degli Alpini Alessia Righetti: “La festa Granda è una piccola Adunata ma lo spirito è lo stesso dell’evento nazionale”. La giornata è partita nel migliore dei modi, a discapito delle previsioni infatti, a Podenzano splendeva il sole. Dopo il cerimoniale dell’alzabandiera e della deposizione della corona di alloro ai caduti, gli alpini hanno sfilato lungo le vie del paese addobbate con il tricolore. Il primo striscione riportava la scritta: “Avete bisogno di gente valorosa, eccoci qua”. Dopo i gonfaloni dei Comuni e i labari delle sezioni alpine, hanno sfilato i reduci a bordo dei mezzi militari, la Protezione civile, i gruppi provinciali, quelli provenienti da altre province e infine l’Associazione dei paracadutisti che ha aperto il paracadute davanti alle autorità. Il programma è proseguito con la Messa nella nuova piazza del paese celebrata da don Piero Galvani e la consegna di un contributo raccolto dagli alpini per l’Assofa. Al termine della cerimonia la stecca è stata presa in custodia dalla sezione di Piacenza: sarà l’Assemblea che si riunirà a febbraio a stabilire in quale Comune si svolgerà la Festa Granda 2014. Molto soddisfatti dell’esito dell’evento il presidente dell’Ana provinciale Roberto Lupi e il sindaco di Podenzano Alessandro Ghisoni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà