Disagi trasporti, Cavalli (Ln) chiede alla Regione di “Azzerare il Cda di Seta”

17 Settembre 2013


All’indomani dei disagi ai trasporti registrati nel primo giorno di scuola il consigliere regionale leghista Stefano Cavalli invoca l’”azzeramento dei vertici di Seta”.
“E’ palese e manifesto che l’attuale dirigenza non è all’altezza di offrire un servizio adeguato” argomenta il consigliere del Carroccio che, dopo i ritardi e i pullman ‘fantasma’ segnalati ieri dagli studenti, ha presentato un’interrogazione alla giunta regionale, in cui chiede “l’accertamento delle responsabilità e immediati provvedimenti” nei confronti del management.

“Invitiamo la Regione a prendere coscienza della situazione dei trasporti nei bacini piacentino, reggiano e modenese, alle prese con debiti milionari, con disservizi e continue – e motivate – proteste”. “Se ad agosto sono puntualmente tornate le chilometriche code agli sportelli – indotte da un’informazione carente e da risposte inefficaci – nel primo giorno di scuola – anche quest’anno – il servizio ha fatto acqua. Risultato: studenti dimenticati, mezzi strapieni, percorsi mutati all’improvviso, ritardi. La situazione è diventata insostenibile”. Nell’interrogazione Cavalli sollecita quindi un “repentino cambio in corsa” degli organi amministrativi. L’esponente del Carroccio chiede inoltre “che cosa sia stato fatto per prevenire i disagi che ogni anno puntualmente si ripetono” e invoca “un’informativa in commissione trasporti sulla situazione di Seta”.

L’interrogazione di Cavalli su Seta

© Copyright 2021 Editoriale Libertà