“Grandi film sullo schermo”, al multisala Iris dieci pellicole mai viste

19 Settembre 2013

Torna l’appuntamento con la rassegna “Cineclub – Grandi film su grande schermo”, frutto della consolidata collaborazione tra Assessorato alla Cultura del Comune di Piacenza, Fondazione Cineteca Italiana e Multisala Iris 2000. L’iniziativa, che si tiene senza interruzioni da oltre dieci anni, è ormai diventata un appuntamento culturale importante per la città, a cui viene offerta l’opportunità di scoprire un cinema diverso, rappresentato da opere filmiche che, a dispetto della loro qualità, rimangono escluse dai circuiti commerciali della distribuzione italiana e quindi di fatto invisibili.

Dieci gli appuntamenti in programma nella presente edizione, che sarà inaugurata da un evento speciale: un concerto dal vivo dedicato a Federico Fellini, scomparso il 31 ottobre 1993. Le altre 9 proposte in calendario riguardano altrettanti film – tutti presentati in anteprima e mai distribuiti in Italia – divisi in tre percorsi tematici: “Conosci te stesso: meditazione, ricerca, spiritualità, India”; “Biografie d’artista”; “Cinema di montagna e di avventura”. Tre percorsi a nostro avviso strettamente legati in quanto capaci, attraverso le storie raccontate e i loro formidabili protagonisti, di condurci in luoghi fisici e mentali dell’esistenza ben lontani dalle nostre esperienze quotidiane, di rivalutare un concetto di realtà troppo spesso ridotto a semplice riproduzione e conferma del consueto, di arrivare a toccare quell’idea di verità profonda, estatica, che solo l’arte e il pensiero rendono accessibile.

Ad arricchire l’offerta, la presenza in occasione di alcune proiezioni di esperti e professionisti che interverranno per introdurre al pubblico la visione dei film. Martedì 1 ottobre il Ven. Ghesce Lobsang Tenkyong, monaco tibetano residente a Caorso introdurrà al pubblico la proiezione del film Bokar Rimpoché. Il film Patabang, una storia degli anni ’70 verrà invece introdotto dal regista Andrea Frigerio.

Nel corso della rassegna sono previsti altri interventi da parte di alcuni rappresentanti di realtà ed associazioni cittadine, quali il CAI Piacenza, il Centro Yoga Anahata, l’Ordine degli Architetti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà