Piacenza

Inquinamento, crollano gli sforamenti
Dal primo ottobre tornano i blocchi

25 settembre 2013

La qualità dell’aria migliora a Piacenza: gli sforamenti dei limiti di polveri fini, dovuti essenzialmente al traffico e agli impianti di riscaldamento, nel 2013 sono stati un terzo rispetto al 2012. Quattordici quelli registrati dalla centralina di via Giordani e 15 quelli a Montecucco nei primi mesi di quest’anno, contro i 47 e 41 dello stesso periodo di quello scorso. Il limite di legge è fissato in 35 superamenti all’anno, per la prima volta dopo molto tempo Piacenza si avvicina all’inverno senza averlo raggiunto.
Nonostante ciò, il primo ottobre torneranno le limitazioni al traffico nella zona che va dalla tangenziale sud al Po e da Sant’Antonio a San Lazzaro: da lunedì a venerdì, fino al 31 marzo, stop alle auto a benzina pre Euro 1 e ai diesel pre Euro 2 o Euro 2 senza filtro antiparticolato. Al giovedì, tranne che nel periodo natalizio, blocco esteso fino agli Euro 3. Ogni prima domenica del mese torneranno le domeniche ecologiche, dicembre escluso.

Per chi sgarra multa da 163 a 658 euro, chi viene sorpreso per due volte si vedrà sospesa la patente dai 15 ai 30 giorni. Lo scorso anno i veicoli controllati furono 1.733, con 52 sanzioni.

“Il miglioramento dell’aria nel 2103 è stato evidente – ha commentato l’assessore Luigi Rabuffi – grazie a un clima piovoso e alle nevicate, ma anche a questi provvedimenti, in cui noi crediamo e che stanno dando buoni risultati”.

Comunicato stampa – Limitazioni alla circolazione 2013-2014
Planimetria all. 1 – area limitazione
Planimetria all. 2 – vie percorribili

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE