Canoni rivieraschi, Enel Green Power la spunta sulla Provincia

28 settembre 2013

20130927-194955.jpg
Aveva voluto fare una causa ‘solitaria’ contro Enel Green Power, separata da quella sposata dall’Anci dei Comuni di Monticelli, Caorso e Piacenza. Ma l’azione legale della Provincia, a differenza di quella dei Comuni, non è andata a buon fine: il Tribunale delle Acque non ha infatti riconosciuto la validità delle ragioni dell’ente di corso Garibaldi che chiedeva alla centrale il pagamento del sovracanone 1990-2006. L’atto di transazione per il pagamento delle somme dovute è stato invece sottoscritto con l’accordo delle parti nei tre Comuni: a Caorso e Monticelli arriveranno 101.700 euro, mentre a Piacenza 52.600 euro. L’impianto per la produzione di energia elettrica è presente a Isola Serafini dal 1961; nel 1968 il Ministero delle Finanze aveva stabilito un sovraccanone, oltre al canone di concessione, per i Comuni rivieraschi e le Province di piacenza, Lodi e Cremona. Il caso contestato risale al 1990, quando Enel Green Power aveva aumentato la portata della derivazione in concessione di 21.731 Kw, senza però adeguare il pagamento del sovraccanone agli enti locali fino al 2011.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE