Sequestro di persona, avviso di garanzia a un 28enne di Pontedellolio

1 ottobre 2013

Una veduta di Caltanissetta

Nel 2009 avrebbe partecipato al sequestro di uno steward di Ryanair – andato in scena a Caltanissetta – insieme ad altre tre persone, di cui due finite in carcere; questa è la motivazione che ha accompagnato l’avviso di garanzia inoltrato a un 28enne nato e cresciuto a Pontedellolio, ma da circa otto anni residente in Sicilia, dov’era andato a vivere al seguito della fidanzata, originaria della zona.
Il giovane, di professione studente, ha alle spalle numerosi precedenti per spaccio e detenzione di stupefacenti; secondo quanto emerso dalle indagini – condotte dalla Squadra mobile della questura di Caltanissetta – il piacentino avrebbe avuto un ruolo, seppur minore, nel sequestro a scopo d’estorsione dello steward 36enne, costretto, tra pugni e minacce, a consegnare alla banda 5.000 euro in contanti.
Secondo gli inquirenti l’episodio criminale ha l’aggravante della circostanza mafiosa, in quanto ordinato dalla cosca di Caltanissetta.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE