Piacenza

Bus e studenti. I presidi a Tempi “Posticipate le partenze di 10 minuti”

2 ottobre 2013

Dopo le criticità riscontrate nel trasporto pubblico da parte degli studenti e delle famiglie, questa mattina i rappresentanti di Tempi Agenzia e l’assessore provinciale Andrea Paparo hanno incontrato i dirigenti scolastici degli istituti piacentini per ascoltare le loro proposte; uno dei maggiori problemi riscontrati è l’orario di partenza di alcuni pullman extraurbani, fissata alle 13.40, solo 5 minuti dopo l’orario di uscita da scuola degli alunni, che spesso non riescono a prendere in tempo la corsa.  Da Tempi Agenzia è arrivata la promessa di risolvere al più presto i problemi che riguardano il trasporto degli studenti; la prossima riunione è fissata per il 10 ottobre.

Stamattina in Provincia si è parlato anche della cessione della quota provinciale di Seta: “Per noi la scelta di cedere la quota  equivale a una perdita di potere del territorio piacentino; i Comuni locali saranno esclusi da ogni decisione ed è facile dedurre che saranno ridotte le corse degli autobus nei luoghi più isolati”. A parlare, a nome di tutti i sindacati che questa mattina hanno incontrato gli amministratori provinciali, del comune di Piacenza e di Tempi agenzia, è Enzo Moggi di Uil trasporti.

L’allarme dei sindacati riguarda anche il piano occupazionale, anche se in questo senso, è sempre stata confermata la volontà di non attuare tagli: “La scelta di vendere è stata obbligata, o avremmo rischiato di avere un dissesto in bilancio – ha spiegato l’assessore provinciale Pier Paolo Gallini –. Le nostre azioni sono comunque state positive e, dato che la programmazione dei servizi è in mano a Tempi Agenzia, non corriamo pericoli”.

I sindacati si augurano che i Comuni piacentini possano farsi avanti per acquistare una parte della quota della provincia di Piacenza.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE