Da Piacenza parte il primo Coopworking per dare lavoro ai giovani

2 ottobre 2013

Immaginate un grande ufficio utilizzato da un gruppo di persone, che svolgono attività diverse tra loro. Per la prima volta in Italia nasce Coopworking. Si tratta della realtà ideata dal trentenne piacentino Daniele Sarselli, che aggiunge ai principi base del co-working tradizionale, ovvero la condivisione di spazi da parte di professionalità differenti, l’attività cooperativa dei partecipanti. Già sette i soci che hanno aderito. L’inaugurazione della sede in largo Erfurt avverrà sabato mattina, dopo un anno di studi, con la collaborazione di Confcooperative. L’obiettivo, oltre al contenimento dei costi, è di aprirsi verso l’esterno, spingendosi quindi in altre zone dell’Italia e creando una rete di professionisti. Destinatari privilegiati i giovani under 35, che possono presentare le loro idee con lo scopo di sostenersi a vicenda mettendo insieme competenze e dando vita a progetti innovativi. Sarselli esemplifica: “Immaginate di voler creare una nuova app, presentandola a Coopworking si studieranno le possibilità di metterla in pratica ad esempio coinvolgendo nel progetto un grafico per limitare le spese che dovrebbe sostenere un individuo da solo”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE