Provincia

Via libera in Provincia alla caccia alla volpe. Da abbattere oltre 200 esemplari

2 ottobre 2013

Si apre la battuta di caccia alla volpe anche a Piacenza. Così ha deciso la giunta provinciale nei giorni scorsi per tre motivi: il primo è che vi sarebbe la presenza sempre più radicata di questo predatore nel territorio piacentino a causare la progressiva scomparsa delle lepri e dei fagiani; il secondo, i danni all’agricoltura e negli allevamenti; il terzo, infine, riguarda il fatto che la volpe è anche un importante vettore ed indicatore della circolazione di zoonosi che possono avere ripercussioni sulla salute umana. Lo scorso 24 settembre l’Istituto per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) ha dato parere favorevole al prelievo: il quantitativo abbattibile negli istituti faunistici di protezione o produzione di galliformi e lagomorfi per il 2013-2014 è di 239 capi: il numero più consistente di spari, pari a 46, si avrà nell’Atc Pc 7 (Farini, Morfasso, Vernasca).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE