Camera Civile Avvocati: “Destinazione Italia” contiene misure incongruenti

4 ottobre 2013

Il presidente della Camera Civile di Piacenza, l’avvocato Claudio Tagliaferri, ha espresso parere negativo sulle misure contenute nel piano “Destinazione Italia”, progetto per attirare gli investimenti esteri e per favorire la competitività delle imprese italiane, approvato il 19 settembre dal Consiglio dei Ministri: “In linea con l’Unione Nazionale delle Camere Civili, – si legge nel comunicato – la Camera Civile di Piacenza è pronta a una forte presa di posizione, in vista dei nuovi emanandi interventi che danneggiano ulteriormente la giustizia civile.
Le misure contenute nel piano ‘Destinazione Italia’ vanno ancora nella direzione degli interventi asistematici ed improvvisati che in questi ultimi 20 anni hanno solo ulteriormente peggiorato il funzionamento della giustizia civile”.

“La Camera Civile di Piacenza – continua il comunicato – boccia in maniera netta il provvedimento, segnatamente le “misure” 13 e 14, che riguardano, appunto, la giustizia civile. I civilisti insorgono contro il dichiarato fine delle misure del piano, che è quello di privilegiare le grandi imprese ed (ora) in particolare gli investitori esteri, ai danni dei comuni cittadini e delle piccole imprese italiane, che pure, come noto, hanno da sempre costituito e tuttora costituiscono la spina dorsale produttiva del nostro Paese. Molte le incongruenze rilevate dalle Camere Civili, tra cui l’estensione delle competenze del Tribunale delle Imprese (avente sede solo nei capoluoghi di regione) a tutte le controversie sulle transazioni commerciali, misura che verrebbe ad oberare ulteriormente gli uffici giudiziari di maggiori dimensioni, rischiando di creare, in molti casi, una definitiva paralisi degli stessi”.

“Per le Camere Civili ancora più grave è il proposito di concentrare nei soli tre Fori di Milano, Roma e Napoli tutte le controversie rientranti nelle materie di competenza del Tribunale delle Imprese che coinvolgano società con sede principale all’estero, anche se con rappresentanza stabile in Italia”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca