Piacenza

Sfrecciava davanti ad autovelox con targa della ex: condannato

4 ottobre 2013

Un anno e dieci mesi al 35 enne operaio di Lugagnano che ha fatto pagare all’ex moglie multe prese da lui con un’auto che aveva munito di una targa falsa del tutto uguale a quella della donna. L’uomo, nell’ambito della burrascosa causa di separazione con la donna, si sarebbe fatto prestare da un amico un’ Opel Corsa simile a quella della sua ex, avrebbe sostituito e falsificato le targhe e con la vettura sarebbe più volte passato davanti agli autovelox piazzati tra Fiorenzuola e Castellarquato superando i limiti di velocità. Il risultato sono state pesanti multe per la donna. Tre i capi d’imputazione per l’imputato: avere contraffatto le targhe, avere indotto in errore un pubblico ufficiale  (il vigile di Castellarquato che ha inviato le contravvenzioni) e truffa nei confronti dell’ex moglie. Il giudice Elena Stoppini ha subordinato la sospensione condizionale al pagamento del risarcimento danni all’ex moglie: risarcimento quantificato in 1.500 euro.

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERTA’ IN EDICOLA OGGI 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE