Coppa ma non solo, “Piacenza sarà protagonista in Expo 2015”

11 ottobre 2013

“Piacenza deve portare a Expo 2015 i suoi prodotti, ma soprattutto la sua filosofia. Ed è fondamentale che abbia uno spazio in padiglione Italia”.
E’ molto chiaro il messaggio che il commissario straordinario per l’esposizione universale Diana Bracco ha lanciato dal palco della settima edizione della Coppa d’Oro.
Diana Bracco è stata premiata assieme allo chef Gualtiero Marchesi e al presidente del gruppo il Sole 24 Ore Benito Benedini.

Tutti hanno concordato sulla straordinaria qualità del principe dei salumi piacentini. “Sono cresciuto mangiando la coppa della Valtidone – ha dichiarato Marchesi – e penso che sia un salume unico”.
Gli ha fatto eco Benedini ricordando i suoi trascorsi adolescenziali in alta Valtrebbia: “Non solo per le ecellenze enogastronomiche – ha aggiunto – Piacenza potrà avere un ruolo importante in Expo 2015”.

Orgogliosi della riuscita del premio il presidente della Camera di commercio Giuseppe Parenti e il presidente del consorzio dei salumi piacentini Roberto Belli. Silvio Ferrari (presidente della società Piacenza per Expo che riunisce tutti i soggetti del territorio) ha raccolto le parole di Diana Bracco: “Piacenza avrà sicuramente un posto in padiglione Italia, faremo di tutto per poterlo ottenere”.

Il dibattito è stato moderato dal direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano.

Di seguito le motivazioni delle premiazioni.

Diana Bracco
Una vita dedicata al mondo dell’imprenditoria e del lavoro che l’ha portata ad essere insignita di onorificenze di grande prestigio quali quelle di Cavaliere del Lavoro e di Cavaliere di Gran Croce al “merito della Repubblica”. Prima donna chiamata al vertice di Federchimica e di Assolombarda, oggi è Vice Presidente di Confindustria e Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Bracco, azienda leader mondiale nel settore dell’imaging diagnostico. Diana Bracco guida anche la sfida di Expo 2015 nel duplice ruolo di Presidente e di Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia. Donna determinata e di successo è molto impegnata anche nel sociale, ambito nel quale promuove iniziative in Italia e all’estero a sostegno della scienza, delle donne, dei giovani e della cultura italiana.

Benito Benedini
Manager di lungo corso, già Presidente di Federchimica, di Assolombarda e di Fondimpresa, è attualmente Presidente de Il Sole 24 Ore e della Fondazione Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano. La sua capacità imprenditoriale è attestata da esperienze sviluppatesi in settori profondamente diversi quali quelli della chimica, delle telecomunicazioni, della cerealicoltura, dei servizi e consulenza per le imprese. Un impegno per l’imprenditoria testimoniato dalla onorificenza di Cavaliere del Lavoro, della cui Federazione è Presidente dal 2007, ma anche dalla medaglia d’oro di benemerenza Civica assegnata dal Comune di Milano nonché dal conferimento Honorary Commander of the Most Excellent Order of the British Empire.

Gualtiero Marchesi
Padre della cucina italiana nel mondo, riconosciuto come il “Maestro” di una generazione di cuochi, fa parte delle principali associazioni internazionali che promuovono l’alta cucina: Les Grandes Tables du Monde, Les Grandes Chefs Relais & Chateaux, Le Soste. Innumerevoli i riconoscimenti che gli sono stati assegnati, tra cui quello di Chevalier dans l’ordre des Arts st des Lettres dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese. Rettore della Scuola Internazionale di Cucina Italiana “Alma“, progetto da Lui fortemente voluto, il suo estro e la sua fantasia lo contraddistinguono non solo come grande Chef, ma anche come grande Uomo che ha saputo divulgare e promuovere l’immagine dell’Italia e che ha trasmesso a generazioni di giovani la passione per il “buono ed il bello”.

I diplomi della Coppa d’ Oro 2013

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery

NOTIZIE CORRELATE