Scambiata per ballerina di lap dance: botte e minacce. Oggi il processo

11 ottobre 2013

Donna delle pulizie scambiata per una ballerina di lap dance è stata riempita di botte e minacciata con una pistola. E’ quanto emerso oggi in un processo in Tribunale che vede imputato un uomo romeno. L’imputato irreperibile, deve rispondere delle accuse di lesioni, e minacce aggravate dall’uso di coltello e pistola. Il fatto era avvenuto il 18 settembre del 2011 a Castelvetro. La donna delle pulizie, una ventenne romena, era scesa in strada alle 5 del mattino, per recarsi al distributore automatico di sigarette, ed era stata aggredita da cinque individui che avevano cercato di spingerla su una macchina. La donna era stata schiaffeggiata, le avevano tirato i capelli, e uno del gruppo le aveva tagliato i vestiti con un coltello ferendola leggermente con la punta della lama. La giovane, che ha potuto riconoscere solo l’imputato, sentita in oggi un’aula ha però precisato che il romeno era presente nel gruppo, ma non ha saputo dire con certezza se l’aveva picchiata, o minacciata con il coltello e la pistola. Il processo è stato rinviato al prossimo 8 gennaio.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE