Verdi agricoltore protagonista di un convegno in Cattolica

11 ottobre 2013

Per tutti è il “Maestro di Busseto”, il compositore di capolavori come “Nabucco” e “La Traviata”, ma pochi ricordano il Giuseppe Verdi agricoltore e proprietario terriero di una serie di possedimenti di oltre 700 ettari. Proprio quest’ultimo volto del Maestro è finito sotto i riflettori del convegno “Note di agricoltura” svoltosi all’università Cattolica che ha visto partecipare il preside di Agraria Lorenzo Morelli e i docenti Michele Stanca, Ilaria Dioli e Paolo Rizzi, la ricercatrice Daniela Morsia e l’attore Domenico Sannino: il seminario si è focalizzato sui possedimenti agricoli acquistati da Verdi tra il 1844 e il 1891, sulle coltivazioni e sulla passione per il mondo rurale che accompagnò il compositore lungo tutto l’arco della sua vita.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery

NOTIZIE CORRELATE