Asp, Dimensione sociale pronta a dare battaglia contro la revoca dell’appalto

16 ottobre 2013

La cooperativa Dimensione sociale non ha intenzione di accettare senza dare battaglia la decisione del Comune di Piacenza di revocare l’accreditamento per la gestione del personale all’interno degli ospizi Vittorio Emanuele e Maruffi, controllati dall’Asp Città di Piacenza. Lo rivela il consulente Luigi Esposito, alla guida del Comitato tecnico creato dalla coop per rispondere alla iniziativa di Palazzo Mercanti: “Anche nel corso dell’ultimo incontro abbiamo presentato le nostre ragioni, controdeducendo alle osservazioni del Comune e ricordando ancora che parte dei nostri problemi di liquidità sono dovuti ai crediti che vantiamo nei confronti della stessa Asp”.

La decisione dell’amministrazione comunale di avviare questo iter è legata essenzialmente alle difficoltà incontrate dalla cooperativa nel pagamento degli stipendi dei 200 lavoratori, quasi tutte donne, che operano nelle due strutture cittadine, con minacce quindi anche per la qualità dei servizi.

La questione ha però creato un incidente istituzionale tra Comune e Provincia, dopo che il sindaco Paolo Dosi ha attribuito anche al presidente Massimo Trespidi la condivisione della decisione. Circostanza che quest’ultimo smentisce, costringendo anche a una precisazione l’amministrazione di Palazzo Mercanti.

QUESTIONE ASP-DIMENSIONE SOCIALE: TRESPIDI SMENTISCE DOSI

ASP-DIMENSIONE SOCIALE: LA PRECISAZIONE DEL COMUNE

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE